, , ,
Clicca due volte su una parola per cercarla nei DIZIONARI ZANICHELLI

Risorse per lo studente e
per il professionista

Icona risorsa protetta per insegnantiAlle risorse eventualmente indicate con questo simbolo è possibile accedere solo con la chiave di attivazione.

Risorse per il docente

Icona risorsa protetta per insegnantiAlle risorse eventualmente indicate con questo simbolo possono accedere solo i docenti.

Se hai difficoltà scrivi all’assistenza digitale.

Segui Zanichelli

facebook_image twitter_image youtube_image instagram_image

 Minociclina e insorgenza di sindrome DRESS

A cura di Domenico Motola e Nicola Montanaro

La minociclina, principio attivo del Minocin®, è un antibiotico appartenente alla classe farmacologica delle tetracicline, largamente utilizzato per il trattamento di infezioni sostenute da microrganismi gram-positivi e gram-negativi, come ad esempio infezioni delle vie respiratorie, delle vie genito-urinarie, della cute e dei tessuti molli, ecc. In particolare, il trattamento sistemico delle forme moderate e gravi di acne prevede la somministrazione di minociclina a un dosaggio massimo di 400 mg/die per 12 settimane.

Dalla revisione periodica dei dati di segnalazione spontanea francese è emerso che l’uso prolungato della minociclina, come nel caso del trattamento dell’acne, è stato associato all’insorgenza della sindrome DRESS (da Drug Reaction with Eosinophilia and Systemic Symptoms, reazione da farmaco con eosinofilia e sintomi sistemici), una reazione avversa da farmaco grave che nel 10% dei pazienti colpiti può causare il decesso. La sindrome DRESS  è caratterizzata da eruzione cutanea con febbre, eosinofilia, linfadenopatia e coinvolgimento degli organi interni (rene, cuore e fegato).

A oggi, tra i farmaci associati con l’insorgenza di questa pericolosa reazione avversa ritroviamo la carbamazepina, l’allopurinolo, lo stronzio ranelato – utilizzato nel trattamento dell’osteoporosi postmenopausale – e molti altri (1). L’incidenza stimata di DRESS da farmaci va da 1/1000 a 1/10 000 esposti. Lebrun-Vignes et al. in una loro recente valutazione del database francese di farmacovigilanza, rilanciata in una nota informativa importante dell’AIFA (2), hanno individuato 41 casi di sindrome DRESS associati a minociclina. Nella maggior parte dei casi, la minociclina era stata utilizzata per trattamenti prolungati (14-60 giorni) e in pazienti di origine africana o con fototipo Va o VIb.

Si ipotizza che la più elevata prevalenza di comparsa di tale sindrome in pazienti con fototipo elevato sia correlata proprio alla maggiore presenza di melanina in queste popolazioni. Ciò provocherebbe la formazione di complessi melanina-minociclina, con maggior accumulo dell’antibiotico e aumento del rischio di comparsa della sindrome. Si ritiene inoltre che il periodo di latenza associato alla comparsa di DRESS sia di alcune settimane dall’inizio della terapia e ciò spiegherebbe la maggiore frequenza di questa reazione avversa quando la minociclina è utilizzata per trattamenti di lunga durata, come nel caso dell’acne.

In base a queste considerazioni, l’Agenzia italiana del farmaco raccomanda di utilizzare il medicinale con cautela nelle popolazioni a rischio, monitorando periodicamente i pazienti per individuare segni e sintomi precoci della sindrome, e nel rispetto delle posologie e dei tempi di utilizzo riportati in scheda tecnica.

a I soggetti che appartengono a questa categoria riescono ad abbronzarsi senza rischio di eritema; sono soggetti con incarnato scuro e capelli scuri.

b Persone la cui pelle è in grado di difendersi da sola dai raggi UV, senza mai scottarsi; sono coloro che hanno la pelle naturalmente pigmentata e capelli scuri (etnie nere e mediorientali).

 

Riferimenti bibliografici

  1. The American Journal of Medicine 2011;124:588-597
  2. Nota AIFA Dicembre 2014, http://www.agenziafarmaco.gov.it/sites/default/files/NII_AIFA_MINOCIN.pdf

 

Collegamenti con i testi Zanichelli

  • Clark et al., Le basi della farmacologia (2° ed): Capitolo 32, pagina 419
  • Hitner et al., Principi di farmacologia (1° ed): Capitolo 41, pagina 605
  • Goodman & Gilman, Le basi farmacologiche della terapia - Il manuale (2° ed): Sezione VII, Capitolo 55, pagina 955
  • Goodman & Gilman, Le basi farmacologiche della terapia (12° ed): Sezione VII, Capitolo 55, pagina VII.133
  • Govoni et al., Farmacologia (1° ed): Sezione L, Capitolo 40, pagine 503-505
  • Garattini e Nobili, Interazioni tra farmaci (2009): scheda minociclina